venerdì 27 marzo 2015

FESTIVAL DEL BACIO: RIDIAMO VITA AI RAPPORTI SOCIALI





Riparte il Festival del Bacio, un dinamico evento organizzato dal Comune di Napoli e dall'Accademia delle Belle Arti arrivato alla sua quarta edizione con start-up  il 28 marzo 2015 a Napoli.

Protagonista indiscusso dell'iniziativa è “il bacio”, - ma poi che cos'è un bacio? Un giuramento fatto poco più da presso, un più preciso patto, una confessione che sigillar si vuole, un apostrofo rosa messo tra le parole "T'amo", un segreto detto sulla bocca, un istante d'infinito che ha il fruscio d'un'ape tra le piante, una comunione che ha gusto di fiore, un mezzo di potersi respirare un po' il cuore e assaporarsi l'anima a fior di labbra - .Questi i versi famosi del poeta Edmond Rostand, che esprimono al meglio il concept del festival, per unire ciascuno di noi attraverso una rete creativa ed emotiva che coinvolgerà da vicino i cittadini e il mondo digitale. Obiettivo della manifestazione è quello di valorizzare la socialità e ridare vita ai rapporti tra le persone, in un era totalmente digitalizzata in cui i social network hanno preso il sopravvento.

Il Festival interesserà numerose strade nella zona del centro storico di Napoli, precisamente la zona dei Due Decumani. I negozi lungo la passeggiata resteranno aperti fino alle ore 22 e prenderanno parte al progetto vestendo le proprie vetrine con l'icona di #cuoredinapoli, un cuore rosso formato da 27 pixel. Per la serata dedicata al Festival del Bacio sono stati organizzati diversi eventi tra cui alcuni concerti.
Tanti gli eventi che si svolgeranno lungo il percorso e nei locali che aderiscono vi segnaliamo i seguenti:

  • Alle 17:00, sul palco in Piazza Gerolomini, (alla fine di via dei Tribunali) si alterneranno le band: The George Frevis Band, Jobba and the Vesuvians, Psychopathic Romantics, The Burlesque, The Shak&Speares e Capone & BungtBangt. Poi seguiranno Reggae Sound System HDM Roots Movement & MC Baco.

  • Lungo il percorso previsto dalla mappa si esibiranno altre band, in formazione busker, e a volte anche in maniera itinerante: Andrea Tartaglia & Aneuro, Avallone & Sebastiano, Sudaria, The Blue Gospel Singers, Cuore di Ballo, Pagaonda Associazione Samba Napoli, Il Calascione, Lucio Lo Gatto e i Vandalia, Fede’n’Marlen, Re Scatto.

  • Dalle ore 18.30 alle 22.00 alla Cappella San Severo (l’ultimo ingresso alle ore 21.40). le coppie pagheranno solo un biglietto d’ingresso.
  • Dalle 19:00 l’Associazione Culturale NarteA alza il sipario con “ ‘O ssaje comme fa ‘o core ”, un inedito itinerario musicale teatralizzato in scena nella cornice del Complesso di San Domenico Maggiore dove gli ospiti potranno immergersi nella storia, tra musica e performance teatrali, ammirando anche la mostra “Il Bello o il Vero”. La  quota di partecipazione è di €12 a persona, incluso il biglietto di ingresso al complesso. Per partecipare alla serata, è obbligatorio prenotare ai numeri 339.7020849 /334.6227785 per limite posti disponibili.


  • Fino alle 22.00 prolungamento orario mostra “il Bello e il vero” a San Domenico Maggiore
  • Fino alle 22.00 prolungamento visite Napoli Sotterranea

  • Alle 19:00 ci sarà la Fanfara dei Vigili del Fuoco che partirà da via dei Tribunali in direzione Piazza del Gesù Nuovo.

  • Alle 22:00 al Riot Studio ci sarà l’esibizione del duo visual/elettronico KHH0.

  • Alle 23:00 al Kestè una grande Jam Session di saluto al grande Pino Daniele…  a conclusione del Festival Del Bacio
  • Alle 23:00 fuochi d’artificio di chiusura al Largo San Martino


Eccezionalmente per la vista alla Cappella San Severo sarà anche possibile fotografare e fotografarsi.
Sarà inoltre possibile condividere le proprie fotografie su instagram con l'hashtag #cuoredinapoli in modo tale che tutti potranno prendere parte in prima persona a formare una delle opere simbolo dell'iniziativa. Infatti oltre al grande cuore emblema dell'evento, che riprenderà il suo posto sovrastando la città, ci sarà una seconda istallazione all'Accademia delle Belle Arti, le foto hashtaggate compariranno anche nel cuore sul sito dell'iniziativa.

Lovely,
Angela Acanfora







giovedì 26 marzo 2015

Daniela Danesi: In passerella l’attenta arte sartoriale Made in Italy




Sabato 28 marzo alle 18.00, Daniela Danesi, con la sua collezione primavera/estate 2015, trasforma la Casa della Musica di via Barbagallo (Napoli) in un tempio del made in Italy, portando in passerella l’attenta arte sartoriale che pone la nostra nazione in cima alla classifica del settore moda.

La sua sfilata non ha un tema. Propone una sequenza di giacche, abiti, gonne, pantaloni, coprispalla realizzate con i più prestigiosi tessuti scelti da lei nelle aziende artigiane che ancora lavorano le stoffe a telaio. Le sete di Como, i tessuti di Biella e di Prato, le lane di Busto Astirzio, per una produzione che ripropone fedelmente le regole sartoriali del taglio e del cucito. E dal momento in cui sceglie un tessuto inizia a immaginare la sua trasformazione.

Non punta su un colore in particolare. I suoi abiti sono realizzati interpretando anima e personalità della donna che lo indossa. Nel suo atelier, in via Suarez 2/A al Vomero, l’accoglienza di Daniela e il suo modo di presentare alle donne le sue creazioni trasmettono emozioni.

In 25 anni il suo talento le ha permesso di fare il giro del mondo. È stata invitata a New York per realizzare una collezione dedicata alla storia della femminilità della donna americana in ambito cinematografico. Ha collaborato anche con il teatro San Carlo.

La crisi che da qualche anno ha investito il settore non ha imposto a Daniela Danesi alcun cambiamento di rotta. Anzi, con forza e coraggio, ha continuato a puntare sulla qualità e sulla cura del dettaglio, dando un taglio e un profilo alto alle sue collezioni e personalizzando ogni singola creazione per chi la indossa, come arte sartoriale artigianale vuole.

Angela Acanfora

mercoledì 25 marzo 2015

CrowdFounding di Moda: quando l'ingegno si autofinanzia



La moda è passione, studio, arte, creatività, sapienza artigianale e tanto impegno.
Si esprime  in modi diversi ed è priva di confini. Abiti, borse, scarpe, oggetti d’arredo, tessuti sono parte della storia del Made in Italy che guarda al bello accompagnandolo spesso all’arte. Oggi l’innovazione ha ampliato le opportunità, i materiali si mescolano e ciò che prima era impossibile oggi diventa moda. Nascono i tessuti dalla frutta, dal riuso di materiali. Il bello e la voglia di esprimere il tuo modo di essere moda muove nuove le energie.

Ma come sostenere l’avvio di idee e progetti?
Come sviluppare le nuove idee e farsi conoscere?

Il Crowdfunding che letteralmente si traduce finanziamento della folla è un ottimo strumento per trasformare una buona idea in un progetto di successo, farlo conoscere e promuoverlo, finanziarlo attraverso il sostegno di tanti piccoli finanziatori e soprattutto confrontarsi. Tanti i progetti di successo italiani ed esteri che hanno lanciato nuove produzioni o dato il via a piccole attività.
Il Training realizzato da Crowdfunding Formazione nasce dall’osservazione e dall’approfondimento dei migliaia di casi di successo realizzati in Crowdfunding e dallo sviluppo di un format che accompagna le persone a conoscere e comprendere il Crowdfunding e li supporta nello sviluppo di idee progettuali attraverso la comprensione degli elementi che rendono un progetto di successo.
Tanti i sogni che si sono trasformati in successo

Programma
Idee: al finanziamento alla comunità
Il ruolo delle relazioni tra le persone e la comunità.
Chiedere, ricevere, donare, offrire.
Il Crowdfunding ovvero la colletta nell’era 2.0
Le diverse opportunità del Crowdfunding.
Le piattaforme italiane ed estere.
Le chiavi di successo dei progetti di Crowdfunding.
Fashion Crowdfunding in dettaglio
Cosa non deve mancare ad una campagna di Crowdfunding.
Comunicazione on line o off line? Quella giusta alla tua causa!
Esame dei casi di successo fashion and style.
Come raccontare la tua storia in un video.
Quale piattaforma utilizzare.
Come veicolare il tuo messaggio.
I costi di una campagna di Crowdfunding 

Costo
Costo: €. 70,00 + IVA, in modalità voucher formativo, acquistabile on line con evenbrite
Competenze
Conoscere le diverse forme di finanziamento alle imprese, distinguere tra finanziamento, Fundraising eCrowdfunding, conoscere gli elementi fondamentali per il successo delle campagne di Crowdfunding; imparare aideare un piano di finanziamento e valutare gli strumenti di comunicazione più adatti.
Casi settoriali



Angela Acanfora

“Come l’acqua sul fuoco…il cibo ponte culturale tra l’area vesuviana e l’area flegrea”





NAPOLI - Venerdì 27 Marzo alle ore 12.00 presso la Sala Giunta di Palazzo Santa Lucia (Via Santa Lucia, 81), l’Assessore al Lavoro e alla Formazione della Regione Campania, Severino Nappi, presenta “Come l’acqua sul fuoco… il cibo ponte culturale tra l’area vesuviana e l’area flegrea”l’iniziativa ideata dall’Associazione culturale Creatività e Comunicazione con ThesignEvent per valorizzare e promuovere il design e la tradizione gastronomica campana attraverso un fitto programma di appuntamenti, incontri e mostre che si protrarranno dal mese di Aprile fino a Giugno. L’evento offre opportunità di crescita e scambio culturale tra studenti di Istituti Superiori, designer nazionali e internazionali, artigiani e operatori di settore che si confronteranno sul tema dell’alimentazione e del food-design in linea con le tematiche di Expò Milano 2015.

Con l’Assessore Nappi interverranno l’ Assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele e Loredana De Luca, ideatrice e curatrice Evento. Partecipano inoltre Giovanna Talocci, designer e curatrice della mostra nonché del concept del Concorso di Idee; Aniello Valentino, Presidente Associazione Movi_menti e coordinatore Tour;Roberto Cappelli, Coordinatore progetto Università e “street food” e Salvatore Cozzolino, Presidente ADI Campania.



Angela Acanfora






lunedì 23 marzo 2015

Papaveri e Papere per Alessio Visone Couture




Una cascata di tessuti colorati e preziosi, un omaggio all’amore per la natura e gli animali sottovalutati o messi in secondo piano, questo il concept della collezione s/s 2015 “Papaveri e papere” firmata Alessio Visone.

“La scelta del titolo nasce dalla volontà di dare risalto alla spontaneità aggraziata della papera e la fragilità colorata del papavero, che possono essere più stimolanti e interessanti del bellezza del cigno o della rosa”- sottolinea lo stilista partenopeo.

La tavolozza dei colori si anima dei colori della natura dall’ocra della terra, dal giallo del sole e del becco d’oca, al rosa pesca all'arancio, dal rosso geranio al rosso papavero fino a divenire fucsia, dal viola ciclamino, dall' azzurro e al blu del mare e dei laghetti di montagna, al nero fondente.

Una fusione di stili dal fitness fashion, con scollature olimpioniche e pantaloni da jogging rivisitati e impreziositi, tocchi d’oriente, intarsi e ricami, jeans e frange, all' haute couture con gonne lunghe e giacche foderate con cappuccio, seduzioni e trasparenze total black, suggestioni Seventy e new look anni Quaranta, la sfilata propone una donna ironica, sensuale e imprevedibile, sempre al di là degli schemi. La sagoma della papera e le silhouette dei papaveri caratterizzano gli accessori e fanno capolino tra le righe dei foulard, sulle borse e sui bracciali a spirale in oro e argento.

Ecco il mio videoreportage della sfilata e le foto:



















                                                                       Un Omaggio per me da parte di Alessio Visone_

Angela Acanfora


domenica 22 marzo 2015

WINEHOUSE: Il lusso alla portata di tutti





Una fusione di sapori, unita ad una location e un'esperienza sensoriale unica, questi gli ingredienti della serata trascorsa al Winehouse. Un esclusivo risto-loungebar situato all’interno del centro commerciale Plaza di Scafati (via S. Pertini, 23), che nasce dall'intesa delle menti creative dei due imprenditori: Donato D’Angelo e Paolo Nocerino.
Dalla fusione di arte contemporanea ed arte classica, nasce un design ricco e ricercato che caratterizza l'arredamento d'interno del Winehouse, al quale si aggiunge una ricercata cucina per regalare suggestioni ed emozioni culinarie.
La serata è stata caratterizzata da un  percorso culinario unico ed esclusivo, esaltato dal gustoso menù di alta cucina preparato dallo chef Andrea Sorrentino, il menù prevedeva:
Pizzette fritte ripiene di ricotta, un innovativo crocchè di baccalà e patate e crocchè in crosta di nocciole; taralli e grissini fatti in casa molto delicati e leggeri, un delizioso  tortino di scarole e gamberi, hamburger di friarielli, barchette di peperoni con duchesse di patate, provola e speck, parmigiana di melanzane, una quiche di zucchine. Grande omaggio ai sapori della cucina del sud,  paccheri di Gragnano con baccalà, olive e capperi essiccati al forno e una supèrbe Pasta e Patate con provola e speck, il tutto accompagnato da dell'ottimo vino proveniente dalla fornitura ricercata delle cantine del Winehouse.
Dulcis in fundo, sono stati serviti dei sensazionali dessert serviti su straordinari piatti design: millefoglie con crema e amarene, cheesecake ai frutti di bosco, panna cotta con crema all’arancia e frutti di bosco e uno strepitoso tortino al cioccolato con salsa all’arancia.

Una cucina per veri appassionati del gusto, il tutto contraddistinto da una straordinaria attenzione alla ricerca di materie prime, da una ricca carta di vini, dall’intimità della sala ristorante – che si affaccia sulla piazzetta del centro commerciale – e, soprattutto, dai prezzi davvero accessibili. 

Ecco le immagini della serata al Winehouse: